ESISTONO GLI ATTACCHI PSICHICI?

 

 

 

 

Non sono riuscito a trovare in gran che di materiale bibliografico inerente agli attacchi psichici. Io credo che tutto ciò sia dovuto al fatto, che, di solito, i medici difficilmente danno credito a racconti di questo tipo. Inoltre, il paziente sarebbe subito classificato come un individuo affetto da turbe mentali. Un altro fatto è la tendenza naturale della mente a reprimere questi incontri traumatici.

Gli studiosi delle dottrine metafisiche hanno sempre saputo dell’esistenza di questi attacchi, che colpiscono l’essenza stessa della nostra anima. La scienza come istituzione e il conseguente pensiero razionale hanno integrato e influenzato la diffusione di teorie inerenti agli attacchi psichici.

   La telepatia è l’elemento che sta alla base delle interferenze psichiche che colpiscono l’anima o la mente subconscia. Personalmente sono convinto che ciascuno di noi, in un momento o nell’altro della vita, subisca una qualche forma di offensiva psichica. Questo disturbo avviene per opera di forze invisibili che esistono nel nostro universo.

Queste energie non sono necessariamente identificabili con entità demoniache o con il risultato di qualche pratica di magia nera. Gli stessi pensieri negativi o emozioni di amici, familiari, colleghi di lavoro o vicini possono essere la causa di tali sfortunati casi. Tali energie negative viaggiano verso il nostro subconscio mediante la telepatia.

Bisogna proteggersi da questo tipo d’intrusione, nella quale siamo esposti alle forze negative.

Proviamo a immaginare un attimo di pensare a qualcuno che abbiamo conosciuto durante la nostra vita. Mentre concentriamo la nostra attenzione su questa persona, creiamo un clima psichico collegato a questa persona. Potremmo così generare una forma pensiero.

Questo rapporto che stabiliamo con quest’altra anima può anche avere effetti positivi. Potremmo proiettare energia d’amore e luce bianca che può potenziare la sua naturale funzione difensiva.

La maggior parte di aggressioni psichiche ha origine nel luogo che gli esoteristi chiamano piano astrale. Questo è un luogo d’incontro, d’innumerevoli forze invisibili fisiche, mentali, emotive e spirituali. Interagisce sul piano terrestre insieme a suoni, colori, odori e fenomeni naturali e concorre a produrre una raffica continua di negatività.

   Abbiamo difese naturali, intorno e dentro di noi, atte e rendere innocui gli attacchi psichici. Questa prima linea di difesa consiste nello strumento energetico che nell’esoterismo è definita aura. Se manteniamo forte e saldo questo campo energetico, non c’è assalto psichico che può nuocere, in nessun caso. Tuttavia, il progressivo indebolimento di questo schermo protettivo può arrivare a minare la sua integrità e creare lacerazioni e scompensi, che permettono l’ingresso di queste forze negative che riescono così a penetrare la nostra linea di difesa.

L’ingerenza psichica si può tenere sotto controllo anche nel caso un cui lo scompenso sia già in atto nell’aura. Si può portare a termine l’espulsione delle forze negative e il ripristino della salute e del benessere.

Quando permettiamo a queste forze di inserirsi all’interno della nostra aura (ma sarebbe meglio dire alla nostra barriera energetica), allora ne segue il ripetersi dell’offensiva psichica in forma cronica. La stessa cosa accade, per esempio, quando una scheggia entra in un dito; se non riesce a estrarla, bisognerà curare l’infezione conseguente.

   Chi ha paura di essere vittima di un attacco psichico, e chi crede che la magia nera funzioni davvero, è più soggetto a scompensi, a livello mentale emotivo e fisico. Tra i sintomi comunemente rilevati ci sono:

  • Perdita di appetito.
  • Febbri notturne di origine sconosciuta, anche in stagioni fredde.
  • Perdita di forze ed energia.
  • Perdita di appetito e decadenza del corpo.
  • Rigidità delle braccia e delle gambe.
  • Depressione e desiderio di dormire più di quanto bastava precedentemente.
  • Un generale ottundimento della mente e dei sensi.
  • Un innaturale colore giallognolo della pelle.
  • Dolori al cuore, al collo, allo stomaco e ai reni.
  • Insonnia accompagnata da incubi violenti.
  • Mal di testa.
  • L’apparizione di figure indistinte che spariscono rapidamente quando la persona si volta a guardare.
  • Una vasta gamma di rumori e suoni insoliti.
  • Comunicazioni telepatiche che ordinano alla vittima di far del male a se stesso o ad altri (dice niente gli omicidi come sono avvenuti nel quartiere di milanese Niguarda dove l’assassino affermava che c’erano delle voci che gli ordinavano di uccidere?).
  • Limitata capacità di concentrazione e irascibilità.
  • Una serie di eventi sfortunati che colpiscono l’individuo.

Le donne sono dei soggetti più a rischio alle aggressioni psichiche. Esse a volte conducono una vita troppo protetta, per via del marito o della famiglia, perciò sono prive di un loro spazio personale e di opportunità di confrontarsi con i problemi. La donna, di solito, deve occuparsi dell’acquisto dei vestiti, del cibo, in sostanza di tutto ciò che serve per la casa.

La continua vulnerabilità di queste donne le rende facile bersaglio di un attacco psichico. Segnali d’allarme, come l’acquisto di articoli che non interessano e il terrore di affrontare i venditori, perché si teme di farsi convincere a comprare merci proposte, sono immediate indicazioni che rivelano un’ingerenza psichica.

La donna potrebbe non sapere, dove vanno finire i soldi di casa; benché animata dalle migliori intenzioni, potrebbe rifiutarsi di iscriversi ad associazioni o a partecipare alle attività in parrocchia e in seguito sentirsi in colpa. Oppure unirsi a questi gruppi e sentirsi sfruttata e rimanere così la sensazione di avere perso il controllo della propria vita. Questa insicurezza costituisce un altro segnale di allarme che annuncia un’intrusione psichica.

   Per lo più, gli assalti psichici scaturiscono da negatività presenti nell’universo. Mi spiego bene, pubblicità, toni aggressivi che incitano agli acquisti, bombardamenti di notizie su crimini, truffe e così via (e guarda caso i mass media cosa parlano in questa maniera spesso e volentieri) costituisce il 90% dei casi din influenza negativa sulle persone

Il secondo gruppo più frequente di attacco psichico molti ritengono che sia opera da entità disincarnate. Con questo normalmente ci si riferisce ad anime o entità che un tempo erano uomini ma ora si trovano in uno stato intermedio. Questi fantasmi o spiriti burloni sono spesso anime sofferenti. Si può trattare di una persona amata, o semplicemente di che ha subito una morte traumatica. Si potrebbe dire il purgatorio per i cristiani, o il bardo per i tibetani. Al di là degli aspetti mistici (che si possa avere dubbi o meno) ritengo sia un campo da indagare, un’ipotesi potrebbe essere che le suddette persone stiano subendo una sorta di attacco da parte di vampiri energetici, ovvero di persone vivono di emozioni di rifiuto o abbandono, che hanno bisogno di essere rassicurate, che non sono mai soddisfate, che si sentono costantemente affaticate. Ognuno di noi, può avere delle tendenze “vampiristiche” che di tanto devono essere tenute sotto guardia e verificate. “Conosci te stesso” resta tuttavia la regola primaria, per una vita sana e consapevole.

La terza categoria è causata da pratiche adottate per emettere proiezioni negative, definite anche magia nera. Questo gruppo à costituito da intromissioni premeditate da parte di specifici individui o gruppi di persone che praticano opere al nero, come il voodoo, la magia nera, la fratellanza nera ed ogni altra voce dello stesso tipo.

Le ingerenze psichiche accadono con più frequenza tra le persone intuitive, creative, suggestionabili, e con problemi mentali e tra quelle che s’immedesimano con gli altri. Chi frequenta gruppi occulti che si avvalgono de classici attacchi psichici può star certo che ne sarà a sua volta vittima.

   Le zone del nostro essere che più si prestano a essere colpite da un’offensiva psichica sono l’auto-conservazione e gli istinti sessuali.

Chi mette in atto un’offensiva psichica deve sovraccaricare la sua stessa anima con pensieri distruttivi e carichi di rabbia verso la vittima. Credo che molti suicidi siano causati da attacchi psichici.

Per attaccare la nostra psiche a livello sessuale, l’attaccante si concentra su pensieri e sentimenti di crudeltà e lussuria.

   Queste azioni emettono onde telepatiche di energia, e in alcuni casi forme pensiero verso la vittima. Tale assalto non potrà nuocere, se non l’aura non sia lacerata. Impedendo che avvenga questa lacerazione dell’aura, si neutralizza anche l’attacco psichico. Lo stesso accade quando la pelle è integra e difende il corpo fisico dagli attacchi infettivi dei batteri.

Molto spesso un’aggressione psichica ha origine durante lo stato onirico. Quando dormiamo, il nostro cervello passa attraverso un ciclo di sonno composto di cinque fasi. La quinta fase è chiamata REM. Si tratta di un livello d’ipnosi naturale molto profonda, e in quel momento la nostra anima diventa vulnerabile ed esposta a ricevere le forze negative del piano astrale.

 

 

Annunci

~ di marcos61 su novembre 25, 2015.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: