UN ALTRO KABOBO?

Kabobo non è il solo a sentire le voci che incitano a uccidere.
La sera del 15 giugno 2013 1° nella città di Alessandria, Janderson Mosquera un ragazzo italiano, ventenne, di origini colombiane, ha agredito una guarda giurata rubandogli la pistola. Mosquera ha terrorizzato i clienti dei bar: ha sparato prima contro due marocchini a un distributore di sigarette e poi contro il gestore di una pizzeria. Continuando a premer il grilletto anche davanti agli agenti di polizia che, l’hanno immobilizzato. Mosquera è stato arrestato e portato in ospedale per verificare se fosse sotto l’effetto di droghe.
Ultimamente aveva detto che stava male e che sentiva “voci strane”. Anche lui dunque sentiva le “voci” anche lui un pazzo?
Pensiamo, invece, cosa comporti l’utilizzo delle armi elettromagnetiche. La sperimentazione di tali armi è segretissima e la popolazione civile diventa una cavia: alcuni giornali americani del 26 marzo 1978 scrivevano che in numerosi quartieri della città di Eugene nello stato dell’Oregon, a un’altezza di 9.000 metri alla verticale, è stato avvertito un segnale radio molto potente la cui origine è sconosciuta. Non solo ma un cittadino di questa città percepiva strane vibrazioni e sentiva delle voci e soffriva d’insonnia. Ebbene la Federal Communication Commision (l’organismo governativo incaricato delle comunicazioni) scoprì che il segnale proveniva da un trasmettitore della marina americana. La marina declinò ogni responsabilità e l’inchiesta fu archiviata. Si sa che ancora oggi gli abitanti di Eugene soffrono di strani disturbi a causa d’invisibili raggi elettromagnetici.

O pensiamo l’utilizzo delle armi a microonde. Si sa che uno degli scopi è di spingere le persone verso la demenza, poiché è possibile influenzare direttamente i sentimenti perché il corpo reagisce in modo sensibile alla radiazione elettromagnetica i processi fondamentali delle cellule con funzione biogenetiche, sono alterati per via delle onde elettromagnetiche . La frequenza può interrompere o modificare questi processi dall’esterno. A una persona scelta come bersaglio, si manipolano le frequenze in modo che possa sentire il proprio nome alla radio o al computer o al computer e senza stancarsi indicare il nome sullo schermo.

O pensiamo solamente cosa comporti l’installazione di un biochip in una persona, esso può servire non solo a monitorare ad anche cercare di indurre ad azioni involontarie. Il sistema collaudato negli USA è il seguente: il campo magnetico prodotto da un soggetto può essere rivelato ha controllato ovunque esso sia. Mediante speciali attrezzature Emf (frequenze elettromagnetiche) che si sa sono in dotazione della NSA (e sicuramente altri organismi spionistici ne hanno in dotazione), i crittologi sono in grado di rilevare i segnali nervosi tradotti da un elettroencefalogramma per poi codificarli in tipologie di pensiero e stati mentali della persona. Pertanto il soggetto può essere perfettamente monitorato e stimolato anche a distanza, mediante un Emf brain simulation. La tecnica nasce come continuazione del famigerato progetto MkUltra che includeva le ricerche nel campo neurologico soprattutto nello sviluppo delle “radiazioni bioelettriche” (Emf non ionizzate). I risultati conseguiti in queste tecnologie sono catalogati dalla NSA come “Radiazioni intelligenti” meglio identificate come “informazioni elettromagnetiche involontarie diffuse nell’ambiente non radioattive o nucleari”.
Ovviamente tutto il progetto è avvolto nel più assoluto segreto.

Certo definire “pazzo” qualcuno fa comodo a molti.
————————————————————-

http://www.today.it/cronaca/spari-alessandria-contro-passanti-feriti.html

Annunci

~ di marcos61 su giugno 17, 2013.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: