DELITTI STRANI: AUTORITA’ CRIMINALI E CULTI MISTERICI

   In Italia da tempo c’è la moda dei “delitti irrisolti”, che diventano dei fatti medianici, dove la cosiddetta “opinione pubblica” (eufemismo per dire i media) si “divide” (si fa per dire) in innocentisti e colpevolisti, e programmi come Porta a Porta riempiono le serate.

   Dell’ultimo delitto quello di Carmela Rea “stranamente” si è taciuto alcune cose di non secondaria importanza.

   Dall’autopsia si è evinto che Melania non sia stata uccisa sul luogo del ritrovamento a causa del poco sangue nelle vicinanze del corpo, e che alcune delle 35 coltellate, tutte eseguite tra il tronco e il collo, siano state inferte anche post-mortem, inoltre, la vittima non ha subito violenze sessuali.

 

Esiste una setta massonica satanica nell’ambiente militare

 

 

   Gli inquirenti nelle indagini sul delitto hanno prestato particolare attenzione alla figura del marito di Melania Rea, Salvatore Parolisi, caporalmaggiore dell’esercito, il quale lavora come istruttore preso il 235° Rav Piceno.

   Da tempo circolava la notizia che il possibile omicida si trovasse all’interno dell’ambiente militare.

   Paolo Ferraro, sostituto procuratore della Repubblica di Roma denuncia il fatto che all’interno dell’ambiente militare vi sarebbe una setta satanica massonica, militare, della quale farebbe parte alcuni ufficiali dell’Esercito.

   Le prove sarebbero all’interno di circa 45 files audio analizzati attentamente. Da tali files emergerebbero in maniera chiara alcuni nomi. Tale setta agirebbe nell’ombra, attirando a sé gli adepti. In questa setta avvererebbero riti satanici basati sul sesso e in cui si verificherebbe anche l’assunzione di droghe da parte dei partecipanti.

   Il  PM  è stato  dal CSM messo in aspettativa per quattro mesi.

   Questo provvedimento è stato adottato con una procedura d’urgenza, motivata dalla asserita gravità ed attualità dell’ inidoneità del magistrato «ad adempiere convenientemente ed efficacemente ai doveri del proprio ufficio».

  Contro detto provvedimento, avente efficacia immediata, i legali del dottor Ferraro, Mauro Cecchetti e Giorgio Carta, hanno annunciato un ricorso al TAR Lazio, che sarà presentato nei primi giorni della prossima settimana: “Il procedimento cautelare seguito dal CSM – riferiscono gli avvocati del magistrato – risulta non solo costellato di violazioni delle garanzie difensive, ma addirittura atipico, perché non previsto da alcuna norma, nonché arbitrario, atteso che non risulta fondato su alcuna perizia medica, se non una risalente al 2008 che, peraltro, attestava l’idoneità allo <svolgimento di attività professionali anche complesse>. Il CSM, poi, ha stranamente ritenuto ininfluenti le numerose perizie mediche di parte, private e pubblica, del 2011 – attestanti la specifica idoneità ed anzi qualità intellettuale del magistrato – ed ha ignorato una denuncia analitica e argomentata depositata in atti, che evidenzia fatti gravissimi a suo danno patiti dal 2009 in poi. In definitiva, il CSM ha fondato il provvedimento cautelare sulle dichiarazioni di alcuni colleghi della procura di Roma, con i quali il nostro assistito è notoriamente in contrasto proprio per effetto delle sue denunce”.[1]

   Sembra che Melania Rea, alcune settimane prima della sua morte, sia stata vista presso il terzo piano della procura. Era davvero lei o una donna che le assomigliasse? Che Melania sia stata fatta fuori per metterla a tacere su qualcosa di cui era venuto a conoscenza, e che non avrebbe dovuto sapere?.

   Dunque un delitto nato in ambiti militari.

   Proviamo a fare delle ipotesi. La caserma del 235° Rav Piceno è l’unica caserma in femminile, e ogni soldato donna finito in Afghanistan, potrebbe aver ascoltato, delle confessioni di alti ufficiali. Che Salvatore Parolisi avesse captato qualcosa e avesse riferito anche lui alla moglie particolari di una storia potenzialmente esplosiva?

   Pensiamo che nell’ambito dei controlli condotti dai reparti dell’Esercito al personale e ai materiali al rientro dai teatri operativi, emerse che un certo quantitativo di sostanza stupefacente era nascosto nelle canne dei fucili rientrati nelle casse dall’Afghanistan nella caserma Feruglio degli alpini della Julia di Venzone (Udine).[2]

   Sarà sempre un caso, ma nel 235° Rav Piceno era Laura Titta, arrestata  in quanto aveva legami con la camorra.

  Esiste dunque un mondo sotterraneo negli ambienti militari, dove questa setta, molto probabilmente gestirebbe affari non del tutto leciti (è un eufemismo evidentemente). Uno di questi affari sarebbe un traffico di eroina proveniente dall’Afghanistan , dove molte soldatesse finite nel teatro della missione ISAF, conoscono particolari fino ad oggi rimasti celati nel mistero.

   Altro fatto da non trascurare, quando Paolo Ferraro andò al CSM fu visto assieme a Francesco Bruno.

    Francesco Bruno è un noto criminologo (e star televisivo), è stato consulente del SISDE. Egli  già dal terzo delitto del “Mostro di Firenze” aveva preparato un dossier che ipotizzava che non fosse un solo serial killer, ma i componenti di una setta satanica che agivano in gruppo. Ma questo dossier – porta la data del 1980 – non fu mai consegnato agli inquirenti di Firenze. In totale tre degli studi commissionati dal SISDE si persero “misteriosamente” per strada e non arrivarono mai sulle scrivanie dei magistrati fiorentini. Guarda caso, i dossier “scomparsi” erano quelli che ricostruivano la pista dei mandanti plurimi. Qualche anno dopo Francesco bruno, intervistato, sosterrà che ha suo parere che il serial killer è un mostro isolato.[3]

 

Sette nell’esercito

 

 

   La presenza di sette nell’esercito non è un frutto di una fantasia complottista.

   Nel 2004 la marina inglese ha concesso a un tecnico satanista di praticare il suo credo anche quando è in navigazione.[4]

   Ma questo che potrebbe passare per un fattore di libertà religiosa (perciò non condannabile) non rende idea degli intrecci che esistono tra queste sette e gli apparati degli eserciti dei paesi imperialisti.

   Prediamo come esempio il maggiore dell’esercito statunitense Michael A. Aquino.

   Il maggiore Aquino era un esperto di guerra psicologica che nel 1975 fondò una setta satanica chiamata “Il tempio di Set”, che subentrò alla Chiesa di Satana di Anton LeVay. Fu sospettato (guarda caso) di essere al centro di un giro di pedofilia.

   Aquino assieme al generale Paul E. Vallely[5] e al generale Thomas McInerney fanno parte della cerchia di quelli che vengono definiti “piegatori di cucchiai”.

   McInerney, assieme a Vallely, ha fondato l’Iran Policy Committee che è un centro di propaganda anti-iraniana. Il duetto ha pubblicato un libro intitolato,  Endgame –Blueprint fot Victory for Winning the War (Resa dei conti. Il piano per vincere la guerra al terrorismo) la cui sostanza si ritrova in un documento che Vallely scrisse assieme ad Aquino nel 1980. In questo scritto, intitolato From PSYOP to WindfWar: The Psychology of  Victory (Dalla Guerra psicologica alla guerra mentale: la psicologia della vittoria) si presentava un piano per una guerra psicologica perpetua, rivolta anche contro la stessa popolazione  americana. Nel documento, si afferma tra l’altro: “ La guerra mentale strategica deve iniziare nel momento in cui la guerra si ritiene inevitabile. Deve ricercare l’attenzione della nazione nemica attraverso ogni mezzo possibile e deve colpire i potenziali soldati della nazione prima che essi indossino le uniformi. Essi sono più vulnerabili alla guerra mentale nelle loro case e comunità…”.

   “La guerra mentale è soprattutto strategica…Nel suo contesto strategico deve estendersi in ugual modo ad amici, nemici e neutrali in tutto il globo – non attraverso i primitivi volantini gettati sui campi o gli altoparlanti della guerra psicologica, né attraverso gli sforzi deboli, imprecisi e limitati della psicotronica  – ma attraverso i mezzi di informazione posseduti dagli Stati Uniti che hanno la capacità di raggiungere virtualmente ogni  popolo sulla faccia della terra.[6] Questi mezzi d’informazione ovviamente sono quelli elettronici, radio e televisione. Gli sviluppi più avanzati delle trasmissioni consentono una penetrazione delle menti ovunque nel mondo come non sarebbe stato concepibile fino a pochi anni fa.

   Come la spada Excalibur, noi dobbiamo arrivare ad impossessarci di questo strumento per noi, se avremo il coraggio se avremo il coraggio e l’integrità di promuovere con esso la civiltà

   “Per essere efficace la guerra mentale deve prendere di tutti i partecipanti. Non deve soltanto indebolire il nemico ma deve rafforzare gli Stati Uniti. Lo fa negando alla propaganda nemica di poter raggiungere il nostro popolo e spiegando e sottolineando alla nostra gente quali sono gli interessi nazionali in una data della guerra”.[7]       

   Vallely promosse anche uno studio sulle tecniche subliminali di lavaggio del cervello e sulle armi che possono aggredire il sistema nervoso e cerebrale delle popolazioni prese di mira: “Vi sono delle condizioni puramente naturali in cui le menti possono diventare più o meno ricettive e la guerra mentale deve avvantaggiarsi completamente di questi fenomeni come l’attività elettromagnetica dell’atmosfera, ionizzazione dell’aria ed onde alle frequenti estremamente basse”.

   Questi schemi di “guerra mentale” messi a punto da Vallely e dal satanista Aquino assomigliano paurosamente alla Total Information  Awareness (TIA), un programma varato dal Pentagono, quando era guidato da Rumsfeld, sotto la direzione dell’ammiraglio John Poindexeter, salito alle cronache nel caso Irangate. Ufficialmente questo progetto, che comprendeva un colossale sistema di data-mining (tecniche informatiche per l’esplorazione delle grandi banche dati), è stato poi accantonato a seguito di una serie di rovesci, ma molto probabilmente questo programma è gestito “con altri mezzi”.

   Jon Ronson giornalista, autore, regista di documentari e presentatore radiofonico. I suoi articoli sono apparsi su giornali britannici come il quotidiano The Guardian e la rivista Time Out. Ha girato alcuni documentari per la televisione e due serie documentaristiche per Channel 4. In Italia sono stati pubblicati due suoi libri: L’uomo che fissa le capre (Einaudi, 2009).

   Il primo libro (dal quale è stato tratto il film uscito nel 2009 con G. Clooney) che tratta della diffusione della diffusione della New Age[8] nell’esercito americano, soprattutto è un’inchiesta documentatissima sull’utilizzo di tecniche “psichiche” nell’esercito americano e, allo stesso tempo, il racconto dell’inchiesta stessa.

   Ebbene tutto questo è fatto risalir a un manualetto del colonnello Jim Channon, intitolato  First Earth Battalion, una raccolta delle teorie New Age applicato all’esercito, pubblicato nel 1979, con il proposito di mettere a punto “tecniche non distruttive di controllo”.[9] Marilyn Ferguson, autrice del famoso libro La cospirazione dell’acquario[10] era in contatto con il colonnello Channon. Le diverse iniziative di Channon maturarono nel 1983 nella Task Force Delta, che comprendeva  un raduno dei 300 ufficiali interessati al New Age e all’occultismo.[11] Inizialmente costoro si tenevano in contatto tra loro attraverso la famigerata DARPA.[12]

   Questi ambienti tirarono dentro l’ex prestigiatore Uri Geller che fu introdotto negli ambienti servizi segreti statunitensi dal dott. Andrija Puharich, esperto di parapsicologia e telepatia della Divisione Guerra Psicologica dell’US Army i cui esperimenti in questo campo risalgono agli anni ’50. Puharich dirigeva la Round Table Foundation of  Eelectrobiology, dedita agli esperimenti sulle onde cerebrali. Era un personaggio vicino al fondatore della cibernetica.[13] e a Aldous Huxlew[14] uno dei guru  della controcultura.

 

Un sistema criminale

 

 

         Questi gruppi, controllano mentalmente i propri membri (tanto più se ricoprono incarichi di potere). All’interno di questi gruppi, le persone vengono “formate” in modo tale da commettere le più gravi cattiverie senza avere scrupoli di coscienza e magari motivandole per renderle in qualche modo “legittime”.

   In effetti, organizzare guerre di rapina, torturare persone significa distruggere il sentimento umano naturale di empatia con i propri simili, e dunque non sembrerebbe possibile farlo senza un’accurata “formazione”. Per questo motivo sembrerebbe necessario far praticare i propri membri (sia che ricoprono ruoli importanti oppure che sia soltanto delle infine pedine), culti che disumanizzano, che stimolano gli aspetti più negativi e distruttivi dell’essere umano, o che inducono a credere che possano esistere principi, valori o ideologie che giustificano più terribili contro l’umanità.

   Esisterebbero due tipi principali di culti misterici:

1)    Quelli che prevedono l’affiliazione di un numero relativamente ampio di adepti, che per la maggior parte ricoprirà livelli bassi, e dunque non raggiungerà mai determinate conoscenze, appannaggio dei pochi che raggiungeranno gli alti livelli.

2)    Quelli che appaiono come sette vere e proprie, poiché sono destinate ai rampolli delle grandi famiglie miliardarie o a personaggi scelti. In tal caso il personaggio sarà chiamato ad aderirvi come fosse un “eletto”.

   In quest’ultimo caso i riti sarebbero agghiaccianti, simili a quelli satanici. Si dice che nel gruppo chiamato Skull & Bones che raggruppa i rampolli dell’elite statunitense, gli iniziati dovrebbero masturbarsi nudi in una bara, e in seguito subirebbero anche violenze verbali e fisiche, dovendo lottare nel fango e a subire violenza con altri adepti fino allo sfinimento. Si tratterebbe di tecniche elaborate dalla CIA al fine di indebolire il soggetto attraverso una serie di atti che lo piegherebbero fisicamente e mentalmente. Agli adepti sarebbe inculcata l’idea di essere superiori e di avere una missione di dominare sugli altri. Essi subirebbero dunque umiliazioni sessuali, ma al contempo sarebbero abituati a esaltare il proprio ego umiliato, per sopperire alla bassa autostima stimolata dalle umiliazioni.

   Questi rituali hanno l’obiettivo di far emergere gli aspetti del sé distruttivo, in modo tale che emozionalmente e mentalmente la persona possa diventare più incline a mentire, a ingannare e a commettere azioni criminali.

   È come “programmare la mente” ai crimini che dovranno commettere quando saliranno al potere. Essi dovranno commetterli non soltanto senza alcun rimorso ma addirittura credendo che ciò sia giusto, e per raggiungere questo livello di mistificazione occorre una sorta di percorso esoterico atto a manipolare la mente a tal punto da produrre questo effetto. I riti praticati in questi gruppi misterici sono traumatizzanti e violenti, e addirittura per essere resi più agghiaccianti sarebbero utilizzate urla di sottofondo.

   Questi riti sarebbero collegati a simbologie di vario genere, e servirebbero anche a creare affiliazione a realtà false, per disorientare l’esistenza.

   Nelle società segrete massoniche è creato un clima di unità è “fratellanza” molto forte, come se gli adepti fossero legati da qualcosa d’importante e fondamentale per la loro esistenza. La stessa cosa avviene per la Mafia.

Ma perché bisognerebbe accettare che persone così squilibrate, che si mettono nude in una bara, che fanno umiliare sessualmente, che si fanno mentalmente, debbano esercitare un potere enorme sui nostri destini.

————————————————————————————————————————————–

1  Nel Link http://www.youtube.com/watch?v=YIpuagECY60 c’è la conferenza stampa si Paolo Ferraro.

2  http://droghe.aduc.it/notizia/droga+nelle+canne+dei+fucili+alpini+che+tornano_122489.php

 

3 Francesco Bruno durante lo scandalo dei fondi neri del SISDE, davanti alle accuse ai loro dirigenti da parte degli agenti del SISDE Malpica, Galati e Brocoletti, affermava a suo parere che i tre sarebbero affetti da una nuova malattia psichiatria: la “sindrome del canarino”. Affermava Bruno: “a differenza dei mafiosi gli agenti segreti che si sentono traditi dallo stato, improvvisamente si sentono abbandonati e perdono ogni riferimento con la realtà..questo complesso di onnipotenza, sindrome del canarino, portai soggetti in questione a partire all’attacco il più alto possibile, ritenendo di avere delle carte che giustificano queste affermazioni”. Che Ferraro cercava consulenza da come uscire in situazione ingarbugliata e pericolosa?

 

4  http://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2004/10_Ottobre/24/satana.shtml

 

5 Vallely laureato a West Point è andato in congedo nel 1991 vicecomandante generale dell’US Army per il Pacifico. Ha poi ottenuto un posto alla Fox TV di Murdoch come commentatore militare.

 

6 In sostanza si dice che attraverso i media si può far passare una visione del mondo. Tutto ciò non è solo propaganda ma guerra autentica.

 

7  http://guerrierodellapace.com/tag/leggete+pericolo+guerra

 

8  Di New Age (Nuova Era) si comincia a parlare fin dal 1944, quando Alice Bailey, promotrice di un ramo dissidente della Società Teosofica, usa il termine nei titoli di alcuni suoi libri Discepolato nella Nuova Era, N.Y. 1944; Educazione nella Nuova Era, N.Y. 1954. Tuttavia l’uso contemporaneo del termine si fa risalire a David Spangler, che iniziò a divulgare la propria concezione della Nuova Era nel 1967, raccogliendo in uno scritto del 1973 le sue riflessioni più significative: The New Age Vision (edito in Scozia). Spangler dice chiaramente di aver usato come punto di riferimento delle sue riflessioni un testo dell’esoterista francese Paul Le Cour (1871-1954), L’età dell’Acquario, del 1937. La tesi principale di questo libro era che il sole cambia di segno zodiacale ogni 2160 anni circa, per cui l’età dei Pesci, sorta nell’anno 1 dopo Cristo, dovrebbe essere sostituita da quella dell’Acquario verso l’anno 2160. L’età dei Pesci coincide con quella di un cristianesimo gerarchico e politico (sotto il segno di S. Pietro), mentre quella dell’Acquario rappresenterà un cristianesimo spirituale ed esoterico (sotto il segno di S. Giovanni). [Da notare che l’acrostico formato dalle parole greche che indicano Gesù Cristo Figlio di Dio Salvatore ha delle iniziali che in greco danno la parola “pesce”.] Altro modo di distinguere l’Età dei Pesci da quella dell’Acquario: la prima è determinata da razionalità, conformismo, paura, dolore, fanatismo, violenza; la seconda invece è caratterizzata da emotività, espressività del corpo, energia di mente-spirito, visione magica del mondo. I seguaci del New Age sono detti anche Acquariani. In seguito negli ambienti astrologici di lingua inglese vi furono grandi discussioni: alcuni sostenevano  che siamo già entrati nell’era dell’Acquario, altri invece che ci restano 300 anni. Le riflessioni su questi temi si sono mescolate negli anni ’60 con temi derivanti dall’astrologia indo-buddista e precolombiana. Si arrivò a dire che prima dell’era dei Pesci c’è stata quella del Toro: di qui la venerazione di questo animale sacro nella civiltà micenea e in quella egizia. Subito si sono cercati i paralleli con le profezie del monaco calabrese Gioachino da Fiore (1145-1202), che, commentando le 42 generazioni bibliche di 30 anni ciascuna, riportate nella genealogia di Gesù secondo il vangelo di Matteo, divide la storia del genere umano in tre grandi epoche: del Padre (o della legge o del V.T.), del Figlio (o della grazia o del N.T.) e dello Spirito (o di una grazia maggiore). (L’età del Figlio avrebbe dovuto terminarsi intorno al 1260). Altri paralleli sono stati cercati nel Sufismo islamico e nella filosofia gnostica. Il film musicale di Milos Forman, Hair, del 1968, rese popolare in tutto il mondo, l’idea dell’età dell’Acquario. La New Age pretende di avere una visione di umanizzazione totale, olistica. Si praticano tecniche di espansione della coscienza, medicine alternative (omeopatia, aromaterapia, cristalli, bioenergetica, agopuntura, reflessologia: p.es. manipolazione del piede per migliorare le funzioni del fegato), astrologia e channeling (o comunicazione con le entità del mondo invisibile). Esiste anche la padronanza del corpo mediante le arti marziali e la danza sacra, la cassa d’isolamento sensoriale e le terapie dolci e naturalistiche, mediante l’arte floreale (ikebana), l’ecologia mistica, il vegetarianismo, l’attenzione per le forze geodetiche. La New Age vuole raccogliere in unità tutto ciò che è diverso, ivi incluse le religioni. È un nuovo paradigma, anche se in realtà la tradizione della legge dei cicli dell’umanità si ritrova in grandi civiltà (indiana, greca, egiziana, sumera, indù, cinese). Con questo millennio sta per concludersi l’età del Ferro (6.840 anni), preceduta da tre età: Oro (25.920 anni), Argento (19.440 anni) e Bronzo (12.960 anni); intorno al 2160 inizierà l’età dell’Oro per chiudere il ciclo di tutte le età”. [In effetti, nella tradizione induista sta per aver fine l’Età Nera, preludio dell’Età dell’Oro.]

 

9 Questa definizione è un misto di umorismo e cinismo, una contraddizione di termine come le “armi non letali”, come di può non distruggere una persona quando la vuoi controllare, dominare?

 

10  La cospirazione dell’acquario si presenta come un manifesto della controcultura, definendo la controcultura il consapevole abbraccio dell’irrazionalità – dal rock, alle droghe, dal biofeedback, alla meditazione, “che elevava la consapevolezza”, fino allo yoga, all’arrampicata in montagna, alla terapia di gruppo e allo psicodramma”.

 

11 Il general maggiore Albert N. Stubblebine III che è stato direttore dell’INSCOM (servizio segreto dell’esercito) tra il 1981 e il 1984, lanciò una serie di progetti segreti a Forte Meade per la visione remote e cose del genere. Stubblebine è stato il più esplicito nel proporre una versione  New Age delle tecniche di combattimento. Nel 1981 fondò una “unità di spie psichiche” a Fort Meade e promosse progetti analoghi a Fort Bragg.

 

12 La Defense Advanced Research Projects Agency (agenzia per i progetti di ricerca avanzata per la difesa), più conosciuto con la sigla DARPA, è un’agenzia governativa del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti incaricata dello sviluppo di nuove tecnologie per uso militare. La DARPA è stata responsabile dello sviluppo e dell’implementazione di tecnologie importanti, che avrebbero influito notevolmente nella vita comune di milioni di cittadini del mondo: tra queste includiamo le reti informatiche (fondarono ARPANET, che si sviluppò nel moderno Internet), e di On                                                           Line System (NLS), che a livello di programmazione costituì il primo tentativo di creare ipertesti con l’uso di un’interfaccia grafica. Il suo nome originario era Advanced Research Projects Agency (ARPA), ma fu rinominata DARPA (indicando che il suo scopo era la difesa militare) il 23 marzo 1972; il 22 febbraio 1993 tornò ARPA, e ancora DARPA l’11 marzo 1996. La DARPA fu fondata nel 1958  in risposta al lancio della sonda sovietica Sputnik l’anno precedente, con lo scopo di mantenere le capacità tecnologiche statunitensi al passo, e possibilmente all’avanguardia, rispetto a quelle dei nemici. La DARPA fa rapporto esclusivamente ai più alti ranghi del Dipartimento della difesa. Vi lavorano circa 240 persone (di cui 140 tecnici) per un budget complessivo di circa 3 miliardi di dollari. Si tratta di budget calcolati su una media, poiché la DARPA si concentra su progetti a breve termine (dai 2 ai 4 anni di studi) gestiti da piccole squadre di ricerca, generalmente costituite ad hoc.

 

13 La cibernetica è la scienza che studia i fenomeni di autoregolazione) e comunicazione sia negli organismi naturali quanto nei sistemi artificiali. La cibernetica si pone dunque come un campo di studi interdisciplinare tra le scienze e l’ingegneria. Il termine cybernetics fu coniato nel 1947 dal matematico statunitense Norbert Wiener, derivandola dal greco Kybernetes (timoniere, pilota).

 

14  Aldous Leonard Huxley (1894-1963) è stato uno scrittore britannico. Famoso per i suoi romanzi di fantascienza, ha inoltre pubblicato saggi, racconti brevi, poesie e racconti di viaggio. Oltre alla laurea in letteratura, conseguì a Oxford nel 1917, quella in Scienze Biologiche. Huxley era un umanista e pacifista ma è stato anche interessato a temi  come la parapsicologia e il misticismo filosofico. Era noto anche per sostenere e prendere allucinogeni ed è considerato da molti come il “padre spirituale” del movimento hippie.

 

 

 

 

 

  


[1] Nel Link http://www.youtube.com/watch?v=YIpuagECY60 c’è la conferenza stampa si Paolo Ferraro.

[3] Francesco Bruno durante lo scandalo dei fondi neri del SISDE, davanti alle accuse ai loro dirigenti da parte degli agenti del SISDE Malpica, Galati e Brocoletti, affermava a suo parere che i tre sarebbero affetti da una nuova malattia psichiatria: la “sindrome del canarino”. Affermava Bruno: “a differenza dei mafiosi gli agenti segreti che si sentono traditi dallo stato, improvvisamente si sentono abbandonati e perdono ogni riferimento con la realtà..questo complesso di onnipotenza, sindrome del canarino, portai soggetti in questione a partire all’attacco il più alto possibile, ritenendo di avere delle carte che giustificano queste affermazioni”. Che Ferraro cercava consulenza da come uscire in situazione ingarbugliata e pericolosa?

 

[5] Vallely laureato a West Point è andato in congedo nel 1991 vicecomandante generale dell’US Army per il Pacifico. Ha poi ottenuto un posto alla Fox TV di Murdoch come commentatore militare.

 

[6] In sostanza si dice che attraverso i media si può far passare una visione del mondo. Tutto ciò non solo propaganda ma guerra autentica.

 

[8] Di New Age (Nuova Era) si comincia a parlare fin dal 1944, quando Alice Bailey, promotrice di un ramo dissidente della Società Teosofica, usa il termine nei titoli di alcuni suoi libri Discepolato nella Nuova Era, N.Y. 1944; Educazione nella Nuova Era, N.Y. 1954. Tuttavia l’uso contemporaneo del termine si fa risalire a David Spangler, che iniziò a divulgare la propria concezione della Nuova Era nel 1967, raccogliendo in uno scritto del 1973 le sue riflessioni più significative: The New Age Vision (edito in Scozia). Spangler dice chiaramente di aver usato come punto di riferimento delle sue riflessioni un testo dell’esoterista francese Paul Le Cour (1871-1954), L’età dell’Acquario, del 1937. La tesi principale di questo libro era che il sole cambia di segno zodiacale ogni 2160 anni circa, per cui l’età dei Pesci, sorta nell’anno 1 dopo Cristo, dovrebbe essere sostituita da quella dell’Acquario verso l’anno 2160. L’età dei Pesci coincide con quella di un cristianesimo gerarchico e politico (sotto il segno di S. Pietro), mentre quella dell’Acquario rappresenterà un cristianesimo spirituale ed esoterico (sotto il segno di S. Giovanni). [Da notare che l’acrostico formato dalle parole greche che indicano Gesù Cristo Figlio di Dio Salvatore ha delle iniziali che in greco danno la parola “pesce”.] Altro modo di distinguere l’Età dei Pesci da quella dell’Acquario: la prima è determinata da razionalità, conformismo, paura, dolore, fanatismo, violenza; la seconda invece è caratterizzata da emotività, espressività del corpo, energia di mente-spirito, visione magica del mondo. I seguaci del New Age sono detti anche Acquariani. In seguito negli ambienti astrologici di lingua inglese vi furono grandi discussioni: alcuni sostenevano  che siamo già entrati nell’era dell’Acquario, altri invece che ci restano 300 anni. Le riflessioni su questi temi si sono mescolate negli anni ’60 con temi derivanti dall’astrologia indo-buddista e precolombiana. Si arrivò a dire che prima dell’era dei Pesci c’è stata quella del Toro: di qui la venerazione di questo animale sacro nella civiltà micenea e in quella egizia. Subito si sono cercati i paralleli con le profezie del monaco calabrese Gioachino da Fiore (1145-1202), che, commentando le 42 generazioni bibliche di 30 anni ciascuna, riportate nella genealogia di Gesù secondo il vangelo di Matteo, divide la storia del genere umano in tre grandi epoche: del Padre (o della legge o del V.T.), del Figlio (o della grazia o del N.T.) e dello Spirito (o di una grazia maggiore). (L’età del Figlio avrebbe dovuto terminarsi intorno al 1260). Altri paralleli sono stati cercati nel Sufismo islamico e nella filosofia gnostica. Il film musicale di Milos Forman, Hair, del 1968, rese popolare in tutto il mondo, l’idea dell’età dell’Acquario. La New Age pretende di avere una visione di umanizzazione totale, olistica. Si praticano tecniche di espansione della coscienza, medicine alternative (omeopatia, aromaterapia, cristalli, bioenergetica, agopuntura, reflessologia: p.es. manipolazione del piede per migliorare le funzioni del fegato), astrologia e channeling (o comunicazione con le entità del mondo invisibile). Esiste anche la padronanza del corpo mediante le arti marziali e la danza sacra, la cassa d’isolamento sensoriale e le terapie dolci e naturalistiche, mediante l’arte floreale (ikebana), l’ecologia mistica, il vegetarianismo, l’attenzione per le forze geodetiche. La New Age vuole raccogliere in unità tutto ciò che è diverso, ivi incluse le religioni. È un nuovo paradigma, anche se in realtà la tradizione della legge dei cicli dell’umanità si ritrova in grandi civiltà (indiana, greca, egiziana, sumera, indù, cinese). Con questo millennio sta per concludersi l’età del Ferro (6.840 anni), preceduta da tre età: Oro (25.920 anni), Argento (19.440 anni) e Bronzo (12.960 anni); intorno al 2160 inizierà l’età dell’Oro per chiudere il ciclo di tutte le età”. [In effetti, nella tradizione induista sta per aver fine l’Età Nera, preludio dell’Età dell’Oro.]

 

[9] Questa definizione è un misto di umorismo e cinismo, una contraddizione di termine come le “armi non letali”, come di può non distruggere una persona quando la vuoi controllare, dominare?

 

[10] La cospirazione dell’acquario si presenta come un manifesto della controcultura, definendo la controcultura il consapevole abbraccio dell’irrazionalità – dal rock, alle droghe, dal biofeedback, alla meditazione, “che elevava la consapevolezza”, fino allo yoga, all’arrampicata in montagna, alla terapia di gruppo e allo psicodramma”.

 

[11] Il general maggiore Albert N. Stubblebine III che è stato direttore dell’INSCOM (servizio segreto dell’esercito) tra il 1981 e il 1984, lanciò una serie di progetti segreti a Forte Meade per la visione remote e cose del genere. Stubblebine è stato il più esplicito nel proporre una versione  New Age delle tecniche di combattimento. Nel 1981 fondò una “unità di spie psichiche” a Fort Meade e promosse progetti analoghi a Fort Bragg.

 

[12] La Defense Advanced Research Projects Agency (agenzia per i progetti di ricerca avanzata per la difesa), più conosciuto con la sigla DARPA, è un’agenzia governativa del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti incaricata dello sviluppo di nuove tecnologie per uso militare. La DARPA è stata responsabile dello sviluppo e dell’implementazione di tecnologie importanti, che avrebbero influito notevolmente nella vita comune di milioni di cittadini del mondo: tra queste includiamo le reti informatiche (fondarono ARPANET, che si sviluppò nel moderno Internet), e di On                                                           Line System (NLS), che a livello di programmazione costituì il primo tentativo di creare ipertesti con l’uso di un’interfaccia grafica. Il suo nome originario era Advanced Research Projects Agency (ARPA), ma fu rinominata DARPA (indicando che il suo scopo era la difesa militare) il 23 marzo 1972; il 22 febbraio 1993 tornò ARPA, e ancora DARPA l’11 marzo 1996. La DARPA fu fondata nel 1958  in risposta al lancio della sonda sovietica Sputnik l’anno precedente, con lo scopo di mantenere le capacità tecnologiche statunitensi al passo, e possibilmente all’avanguardia, rispetto a quelle dei nemici. La DARPA fa rapporto esclusivamente ai più alti ranghi del Dipartimento della difesa. Vi lavorano circa 240 persone (di cui 140 tecnici) per un budget complessivo di circa 3 miliardi di dollari. Si tratta di budget calcolati su una media, poiché la DARPA si concentra su progetti a breve termine (dai 2 ai 4 anni di studi) gestiti da piccole squadre di ricerca, generalmente costituite ad hoc.

 

[13] La cibernetica è la scienza che studia i fenomeni di autoregolazione) e comunicazione sia negli organismi naturali quanto nei sistemi artificiali. La cibernetica si pone dunque come un campo di studi interdisciplinare tra le scienze e l’ingegneria. Il termine cybernetics fu coniato nel 1947 dal matematico statunitense Norbert Wiener, derivandola dal greco Kybernetes (timoniere, pilota).

 

[14] Aldous Leonard Huxley (1894-1963) è stato uno scrittore britannico. Famoso per i suoi romanzi di fantascienza, ha inoltre pubblicato saggi, racconti brevi, poesie e racconti di viaggio. Oltre alla laurea in letteratura, conseguì a Oxford nel 1917, quella in Scienze Biologiche. Huxley era un umanista e pacifista ma è stato anche interessato a temi  come la parapsicologia e il misticismo filosofico. Era noto anche per sostenere e prendere allucinogeni ed è considerato da molti come il “padre spirituale” del movimento hippie.

 

Annunci

~ di marcos61 su agosto 1, 2011.

3 Risposte to “DELITTI STRANI: AUTORITA’ CRIMINALI E CULTI MISTERICI”

  1. Esiste una setta satanica ed esoterica in ambito militare . Il prof. Bruno teorizzo’ la sindrome dei canarini per delegittimare e rendere non credibili i racconti dei fuiriusciti dai servizi o agenti che tutelavano la legittimità degli apparati . .Sono tanti tanti in Italia.

  2. Il magistrato Paolo Ferraro, a seguito di una vicenda complessa e delicata ha scoperto una setta in ambienti militari, con probabili collegamenti e connessioni, eccellenti coperture. E arrivano dati e testimonianze che vanno ben oltre . Occorre svelare il ruolo della psichiatria e di pssichiatri nel progetto … Il paese deve sapere e verrà analiticamente informato.
    Questo magistrato che molti conoscono per l’impegno indipendente e rigoroso ha patito in due anni e mezzo, tutto ciò che accade a chi scopre un vaso di pandora.
    Poiché una cospicua parte dell’informazione ufficiale nasconde la notizia, occorre che ciascuno valuti e la diffonda, con ciò assicurando la circolazione democratica della stessa ..
    Visitate i siti elencati in coda solo a titolo indicativo .

    ULTIMA INTERVISTA
    ASI) Salve e benvenuto. In queste settimane, il caso mosso intorno al nome del Magistrato Paolo Ferraro ha lasciato esterrefatta la pubblica opinione.
    Come rivelato ai microfoni di SkyTg24, Lei sostiene di aver riscontrato in prima persona, durante il Suo periodo di residenza presso la cittadella militare della Cecchignola, comportamenti ed attività “non normali”, scoprendo un mondo “sotterraneo, sconosciuto, poco chiaro, ambiguo, fumoso”. Attenendoci chiaramente ai limiti imposti dal segreto istruttorio, può dirci più nel dettaglio cosa ha scoperto attraverso le sue indagini?

    Sporsi a suo tempo nel Novembre 2008, una Denuncia immediata, avendo proceduto ad un primo ascolto di registrazioni audio relative a sei mattine e due pomeriggi, registrazioni che effettuai avendo acquisito una serie di elementi che lasciavano sospettare una “ situazione ambientale” inquietante. Ebbi dichiarazioni conformi che la disegnavano a grandi linee , e feci ascoltare l’audio sia ad un ufficiale di P.G. particolarmente qualificato, che ad una psicologa incaricata tramite avvocato che ritenevo di fiducia, psicologa cui avevo conferito il compito di un sostegno esterno e affiancamento, ovviamente alle persone da me ritenute vittime dirette o indirette.
    La qualità dell’audio non era ottimale, anzi era mediocre, sicché indicai subito la necessità di procedere ad elaborazione del volume ed ad un attento ascolto tramite programmi adeguati. Sia l’Ufficiale di P.G., a titolo di amicizia e stima personale, che la psicologa, vagliarono la evidente anormalità della situazione ed anzi quest’ultima in un ascolto durato più di due ore e mezza fornì valutazioni, preoccupate, mentre l’Ufficiale di P.G. parlò di un fenomeno collettivo complesso e allarmante. Dall’ascolto attento emergevano attività già indicate nella conferenza ma più in particolare la possibilità di individuare uso di sostanze, tecniche o procedure verbali a prima vista inquadrabili come volte al condizionamento dei soggetti che li ricevevano, ma soprattutto un contesto veramente anomalo con ingresso di numerose persone di varie età, senza suonare prima, ed utilizzando chiavi in loro possesso ed una posizione di soppesabile assoggettamento della persona che abitava nell’appartamento. Il tutto secondo una analisi fonica poi progressivamente approfondita da me e da un perito fonico cui diedi il solo incarico di trascrivere quanto emergeva dalla sola prima registrazione. Comunque alcune frasi apparivano curiosamente pronunciate dagli astanti con tono metrico cadenzato o musicaleggiante, in un paio di casi per fonemi riconducibili a linguaggio “medievalistico”, e colpivano altresì alcune frasi tipiche sintetiche espresse come comandi brevi cui di norma le risposte erano un assenso implicito ovvero dei “si” che colpivano per atonia ed inespressività. Tra i comandi ricorrente una espressione “nessuno vi è adesso” ovvero “ se andiamo via non c’è nessuno”, ovvero “ dobbiamo apparire, dobbiamo riapparire”, ma l’elenco sarebbe lungo. Il contesto sembrava ad un ascoltatore inesperto come io ero farneticante, torbido, non riconducibile ad esperienze ordinarie. Anche le modalità di interazione verbale dei soggetti erano talmente inusuali, talvolta cupe, e vocalmente atipiche da lasciare interdetti. Tutto ciò non fu sentito dalla P.G. incaricata. Ma vi erano complessivamente nelle registrazioni più di dieci tra adulti, maschi e donne, e almeno quattro non adulti. Almeno otto i nomi pronunciati. Nelle registrazioni “per decreto” emergevano “frasi, parole e rumori riconducibili alla normale attività quotidiana di una persona all’interno della propria abitazione”. E la persona autrice dei racconti ma assoggettata negò poi tutto. Nessuno gli contestò quello che si sentiva. Ma io avevo altri accertamenti fatti, alcune registrazioni di telefonate o colloquio tra presenti, sms ed e-mail utilmente valutabili, feci accertamenti ricordando particolari a suo tempo raccontati, e, dopo l’archiviazione del procedimento, rimasto sbalordito, elaborai le basi audio potenziandone il volume ed estrapolando circa 45 frasi e contesti divisibili sulla base di una precisa griglia logica di classificazione. Non posso dire altro, oltre che a suo tempo solo alcuni amici miei ascoltarono e mi confermarono l’ascolto mediante adeguato strumento audio. Feci una parziale discovery con gli “interessati” e come mi era successo nel Gennaio del 2009 accadde un qualcosa, uno strano incendio sul terrazzo della mia casa in villetta che mi spinse ad andarmi a lamentare della circostanza con l’ufficio mio, che mai mi aveva ascoltato direttamente, né aveva valutato in alcun modo la massa del materiale di prova o indiziario da me raccolto. Il giorno dopo, trasecolando, subii una proposta di TSO eseguita a tempo di blitz in forma coattiva, in assenza di ogni presupposto di legge formale e sostanziale. Quanto segue è anche oggetto di procedimento penale, solo poi scopersi di rapporti intrecciati a mia totale insaputa e alle mie spalle e del ruolo di uno psichiatra che aveva preparato per lo strumento alcuni miei parenti in rapporti comprensibilmente complessi con me. Oggi so che modalità, tempistica, organizzazione e metodi hanno clamorose conferme anche in clamorosi precedenti, basta documentarsi. Ad oggi molte persone hanno valutato, condiviso valutazioni e pubblicato articoli coraggiosi, fedeli e suggestivi per la suggestività della storia, su internet, nel silenzio assordante di una certa stampa cartacea ufficiale.

    Se fosse confermato un simile quadro dei fatti, questo sconvolgente scenario esoterico potrebbe allargarsi anche ad altri ambienti militari ed è pertinente ipotizzare dei collegamenti internazionali con simili organizzazioni “deviate” nel resto del mondo?

    Ero concretamente a conoscenza di viaggi a nord, e verso Napoli. Del pari di una possibile forma, apparenza politico–militante del gruppo, della presenza ragionevole di ufficiali, alcuni dei quali individuabili foneticamente o perché da me osservati, della presenza tra essi di un uomo dalla voce autorevole arrogante la cui attribuzione a persona è possibile tramite un quadro indiziario concreto e riscontrabile. Fatti concreti, elementi verificabili, non altro. Incredibilmente quando, uscito da un silenzio costretto, raccontai di fatti, contesto, conseguenze patite, trovai un atteggiamento di assoluta volontà di non ascoltare. Fatti precisi indicati sarebbero diventati “frasi criptiche”, “allusioni incomprensibili”, o giudizi “sommari” di assoluta “inverosimiglianza”. Chi li ha pure riportati davanti al CSM, che ha fondato su tali giudizi un provvedimento grave di sospensione cautelare, a fronte di statistiche ineccepibili e numerose certificazioni di sostanziale perfetta salute, non ha tenuto conto di chi fossi, della mia storia, delle mie note capacità, della circostanza peraltro a loro non nota, che era stato depositato un memoriale analitico, chiaro e riferito a fatti oggettivi in una Denuncia a Perugia. La situazione derivatane è assurda, ma presagisco molto di più. È tutto quello che mi è accaduto dal 2009 in poi, pressioni, intimidazioni indirette, inviti ripetuti a tacere, e gli eventi dal Marzo ad oggi che hanno squarciato ulteriori veli. In particolare è vero che io ho notato una donna talmente tanto simile a Carmela Rea in un orario non d’ufficio nei corridoi della procura di Roma, da farmi affermare ancora oggi che era lei o potrebbe essere una sosia e comunque nessuno mi ha mai detto chi fosse, perché fosse accompagnata ad un colloquio riservato alle 19 di sera. Alcuni articoli su internet lanciavano ipotesi parallele alle mie rilevazioni, in Roma, ma soprattutto su internet venne fatto il nome di un alto Ufficiale dell’Esercito e qui debbo fermarmi.

    Il provvedimento che ha più lasciato interdetti è stato indubbiamente la sospensione per un periodo di quattro mesi, stabilita dal CSM lo scorso 16 giugno, ufficialmente “per gravi motivi di salute”. Come spiegate questa decisione e quali saranno le principali armi giuridiche cui ricorrerete per opporvi alla decisione?

    La decisione, purtroppo si spiega da sola per abnormità, atipicità, essendo carenti entrambi i requisiti rigorosamente chiesti per un provvedimento di dispensa dal servizio . Ma intendo precisare che in casi del genere disinformazione, assenza di conoscenza di dati reali e presunta attendibilità di indicazione fornite da vertici di uffici, o da presunti autorevoli soggetti con responsabilità “politiche” tra i magistrati può avere influito. Il provvedimento allinea documenti, che risultano oggettivamente e criticamente essere destituiti di fondamento, allegando indizi concreti, prove documentali e informazioni ignote al CSM. Quello che colpisce è che sembra che nulla sia accaduto, tutto viene inanellato lasciando fermi, errori valutativi, disinformazioni su fatti precisi. Ma agli atti della commissione è stato depositato un memoriale approfondito, in copia, neanche letto, sembrerebbe. Ma continuo ad avere fiducia che fatti e dati verranno realmente approfonditi. Se mancherà l’approfondimento necessario, ne potremo trarre varie altre conclusioni. In questa vicenda è a me apparsa evidente una particolare “collocazione” di due magistrati e ho dovuto fornirmene una approfondita spiegazione, che si riverbera sul rilievo e sulla importanza generale dei fatti. Un probabile epicentro. Ma è proprio la magistratura a dovere indagare e valutare. E se non si indaga a fondo non si valuta e se non si valuta non si indaga. Ma se si colpisce chi ha valutato a fondo per conto suo, e ormai indirettamente tutti quelli che condividono valutazioni ed altro, i ragionevoli inquadramenti e le ipotesi accertabili si fanno prospettive concrete. Inquietanti, e perciò io chiedo al CSM di dissipare veli e dubbi e di vagliare fino in fondo, a tutela della immagine e credibilità dell’organo di autogoverno della magistratura

    Paolo Ferraro risulta essere, da più fonti, un magistrato integerrimo e molto stimato nel suo ambiente di lavoro. Dopo la sentenza del CSM, quali sono state le reazioni dei suoi amici e colleghi? Ha percepito degli improvvisi cambiamenti in alcuni dei suoi rapporti inter-personali?

    Vi è stato sgomento, sbigottimento, incredulità , nei miei confronti, e preoccupazioni per me, per sé e generali: come starà, ammesso che stia male come dice il vertice dell’ufficio, ma se la vicenda è vera in tutto od in parte riscontrabile, se gli hanno fatto quello che ha poi denunciato, cosa può succedere anche a noi , se lo appoggiamo o se ci trovassimo per sbaglio in una situazione analoga ?!. Ma lo stupore nasce da un prevalente meccanismo di autodifesa psicologica: non voglio , non posso credere, ho paura di credere e ragionare su questi fatti .Avete parlato mai con un malato terminale , che discetta di influenza non curata bene o di piccola bronchite, la speranza e la paura si tramutano in negazione psichica dei fatti, della realtà.
    Ma chi ha mai parlato di credere . Ho detto, sappiate, verificate ascoltate , valutate . La paura , per me, per la storia, per l’immagine dell’ufficio, per sé è per ora, prevalsa, ma nell’ambito ristretto e solo in parte. . Non sono invece mancati abbracci, in bocca al lupo, affermazioni di profonda stima, da magistrati, avvocati e proprio da carabinieri che non lavorano a stretto contatto con me. La frase detta circa quattro mesi fa, senza preavviso, .” noi stiamo con lei “ e accompagnata da una duplice forte stretta di mano. Io un po’ sbigottito, come ha fatto a spargersi la voce, visto il cupo silenzio che circondava la vicenda ..?! il tono ?! Di chi sa di che storia si tratti , e molti sanno, ritengo, della valenza generale della vicenda:, un giovane brigadiere di una stazione CC, sapeva tutto ed alla mia occasionale mera battuta sulle UAV ( unità di addestramento ) ha fatto dei cenni inequivoci. So per certo che molti sanno ,e molti anche senza avere un ruolo qualunque. E allora se di una vicenda strana, coinvolgente in apparenza solo due palazzine , sanno in tanti, in varie parti, come può essere un fatto solo locale ?Non lo è, ragionevolmente, e molto dipenderà dalle indagini di Ascoli Piceno (e a Teramo un celebre processo ormai conclusosi in Cassazione sull’esercito bianco , a Roma un procedimento di fatti e luogo omologhi, del 2000 , e altri avvocati stanno raccogliendo le tracce generali nella recente storia giudiziaria in merito a circostanze che sembrano rinforzare la lettura unitaria del fenomeno).

    Questa vicenda è appena agli inizi e la battaglia che si appresta ad affrontare potrebbe non essere delle più semplici. Nella rete, molti cittadini ed una parte dell’informazione non-mainstream si sono stretti intorno a lei, mostrando grande attenzione e stima per la sua storia. Quali sono le aspettative e le speranze di Paolo Ferraro, sia come magistrato sia come uomo?

    Verificare e capire, allargando conoscenze e raccogliendo sensibilità e disponibilità. In fondo si tratta solo di una struttura a base di setta, di gruppi di militari, di impossibilità di accertare, di un magistrato della capitale sottoposto a TSO, e su tutto il resto “trasversali dubbi”… un polpettone saporito non addentabile agevolmente, ma siamo a dieta, il cuoco è un “visionario”, meglio non fare indigestioni.
    I curiosi che credono alla democrazia ed ai suoi valori però non la pensano così. Si costituiranno in COMITATO DD, per la difesa della democrazia: valori cristiani, valori laici, programmi contro le massonerie nere ed i poteri occulti, avvieranno un processo di avvicinamento e fusione. Rotta la crosta polare, subito, prima di subito, và avviato il nuovo processo di fusione per creare una solida trasparente base democratica: una Italia dei valori VERI, democratici e non delle corporazioni forti. Mi viene da dire a tutti: i poteri occulti sono onnipotenti (minaccia “appresa”) e controllano tutto?! Internet no, non ancora. Se facciamo il conto delle teste votanti, non saranno certo la maggioranza. E se fosse possibile ridare la democrazia al nostro paese?!

    LINK UTILI
    http://www.corsera.it/notizia.php?id=4233

    http://www.corsera.it/notizia.php?id=4234

    http://www.corsera.it/notizia.php?id=4235

    http://www.corsera.it/notizia.php?id=4237
    http://www.supernotizie.com/3043/carmela-rea-minacce-e-ostruzionismo-a-magistrato-che-indaga-su-satanismo-nella-caserma/

    http://www.corsera.it/notizia.php?id=4234

    http://www.newnotizie.it/2011/06/18/melania-pm-ferraro-sospeso-infermita-perizie-dimostrano-opposto/

    http://cervelliamo.blogspot.com/2011/06/omicidio-melania-pm-indaga-su-pista.html

    http://www.mondonews24.com/attualita/melania-rea-ultime-notizie-14-giugno-2011-setta-satanica-nellambiente-militare/15399

    http://www.newnotizie.it/2011/06/16/melania-csm-sospende-motivi-salute-pm-setta-satanica/comment-page-1/?replytocom=42552

    http://www.grnet.it/news/95-news/2840-roma-magistrato-denuncia-una-setta-riconducibile-ad-ambienti-militari-con-eccellenti-coperture.html

    http://www.google.it/#q=Paolo+Ferraro+,massoneria&hl=it&safe=off&prmd=ivnso&ei=Xd38TfXYF4nsOYCZ0aEE&start=0&sa=N&bav=on.2,or.r_gc.r_pw.&fp=be220be15a0acc45&biw=1004&bih=583

  3. I magistrati di Teramo devono approfondire questo aspetto, io abito nella provincia di ascoli piceno e già nell’immediatezza del delitto Raffaele Paciolla ebbe a dichiarare che a casa di melania andavano delle persone quando il marito era assente per lavoro.Per poi ritrattare perchè minacciato di morte.I magistrati dovevano indagare di più su sulla vittima.Che cosa faceva Melania quando il marito era assente, a chi telefonava dal fisso e dal cellulare,,chi frequentava durante la giornata, indagare anche fino all’anno precedente al delitto.Melania può essere rimasta coinvolta direttamente o indirettamente nella manipolazione della sua mente, ma poi può aver ricordato qualcosa minacciato di raccontarlo e per questo è stata uccisa, Nella mia provincia si dice che Melania di questo segreto si fosse confidata con un militare di cui si fidava della caserma clementi, lo stesso militare che poi l’ha condannata a morte.Io conosco bene le strade da folignano a ripe ,san giacomo, san marco ebbene vi posso garantire che partendo alle 14,10 da folignano orario visto dai vicini, Parolisi non ha assolutamente il tempo tecnico per compiere il delitto, oltre al fatto che quando c’è una esercitazione militare e io ne ho viste diverse, il pulman viene parcheggiato proprio all’incrocio della via dove dopo 200 metri c’è il chiosco di ripe dove è stato trovato il corpo di melania, vengono posizionate 4 sentinelle a tutti e 4 gli incroci esistenti nella zona,la sentinella ha visto passare proprio nella via vicino al chiosco,un fuoristrada , e un altra sentinella provenire da san giacomo una fit stylo,A ripe ci sono le prove dell’innocenza di Parolisi ,le orme dei pneumatici della macchina che non è di Parolisi, le impronte del numero 37-38 insanguinato che sono di una donna, 5 dna maschili e 2 dna femminili, quando troveranno a chi appartengono questi dna avranno trovato il colpevole.Sull’unghia ,sulle mutande e sull’anello ci sono dna femminili e sull’unghia anche uno maschile, A ripe la sentinella non ha visto passare la macchina di parolisi.Spostiamoci a san Marco le cose certe sono:I cani hanno annusato l’odore di melania fino al monumento dei caduti dove si aggancia la cella telefonica 451 di Ripe, non possono aver annusato l’odore di 10 giorni prima perchè melania è stata anche al ristorante ma i cani non sono arrivati li, poi alcuni giorni prima del delitto ad Ascoli Piceno e dintorni c’è stato un violento temporale e l’odore di melania si sarebbe disperso, sono state chiuse alcune strade comprese alcune strade laterali che portavano a ripe, gli inquirenti hanno accertato quali strade erano non percorribili?Un altro dato certo è che Ranelli ha sempre dichiarato che alle ore 15 ha visto Parolisi ,e lo ha riconosciuto dall’abbigliamento, la bambina e una donna che non sa se era melania,il ranelli ha anche dichiarato che c’erano poche persone alle altalene un gruppo di ragazzi hgli anziani del posto e due cinesi che hanno acquistato da lui, da dove sono usciti fuori 30 testimoni falsi?potevano stare a san marco ma non alle altalene.Un motociclista ha dichiarato di aver riconosciuto Melania uscire frettolosamente da un bosco e correre, un antennista ha dichiarato che due donne si sono avvicinate chiedendo notizie di un ‘altra donna,due ciclisti hanno visto nella strada da san marco a san giacomo due donne rincorrere una terza donna,Tutte queste donne a san marco che cosa ci facevano.?Quando sonia chiama a melania alle 14,40 il suo telefono aggancia la cella telefonica di san marco e non di folignano.Sonia era a san Marco?siccome al ristorante di san marco c’era anche la cugina di sonia.E’ una coincidenza, che cosa significano tutte queste coincidenze?Veniamo alla macchina che alle 15,13 risulta in bella evidenza sulla foto, il gip ha mentito dicendo che quella è la foto che dimostra l’assenza di macchine dietro la staccionata. Ora se c’è un testimone che quella macchina è la sua perchè non si fa avanti?forse perchè quella macchina è proprio di parolisi,e giustamente l’ha parcheggiata all’ombra perchè poi ci doveva salire la bambina,Melania a san Marco aveva un appuntamento con qualcuno.Chi?E’ lei che è voluta andare a san marco non il marito.Si è indagato troppo poco sulla vita che conduceva melania e chi frequentava.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: