PEDOFILIA: IL VOLTO OSCENO DEL POTERE

Ogni anno molti bambini scompaiono, molte di queste scomparse sono dovute a reti di pedofili che esistono a livello internazionale. Sul sito http://www.gennariodestefano.it/art0347.asp si denuncia l’esistenza di un’organizzazione europea che si occupa di reperire bambini per le voglie di maniaci. Michel Nihoul, uno degli imputati con Marc Dutroux, nel processo per i terribili fatti di Marcinelle, aveva il compito di trovare le vittime minorenni, le quali poi erano utilizzate per le riprese più abiette1° , in seguito distribuiva le videocassette, arricchendosi. Quest’essere schifoso, veniva spesso in Italia, in particolare in Toscana, dove incontrava i “clienti” (ma sarebbe meglio dire i maiali.).
Le cifre esatte di questo fenomeno non si conoscono, si parla di non meno di 250 milioni di copie di videocassette commercializzate nel 2000 2° e in questo periodo solo negli Stati Uniti sarebbero stati venduti 20 milioni di video.
Sul settimanale Diario 3° fu pubblicato un servizio pauroso: “Dopo la terribile denuncia dell’eurodeputato Olivier Dupuis al congresso radicale 4°, Diario è andato a vedere che c’è di vero riguardo ai minori inseguiti e uccisi a fucilate per divertimento”. Dupuis in questo congresso ha fatto delle affermazioni che ha fatto raggelare la platea. Ha raccontato che in Belgio c’è stato un periodo nel quale alcuni bambini erano costretti a subire violenze di ogni tipo, alcuni di questi bambini erano perfino uccisi, come conigli, durante delle partite di caccia alle quali partecipavano nobili, finanzieri, notabili e funzionari di stato.

Maiali inglesi

Il 13 marzo 1996, un uomo di nome Hamilton, nella cittadina scozzese di Dunblane, armato, sparò in una scuola elementare uccidendo 16 bambini e un insegnante prima di volgere l’arma su stesso.
Ampi stralci dell’inchiesta sul massacro di Dunblane 5°, sono stati posti sotto segreto. Per questi motivi c’è stata una campagna per togliere tale segreto. Genitori e insegnati sono stati consigliati a concentrare i loro sforzi per mettere fuori legge le armi da fuoco invece di cercare di capire come mai uno che era considerato uno squilibrato, noto alla polizia per essere un pedofilo, abbia ottenuto il porto d’armi. Uno dei motivi, sicuramente, stava nel fatto che Hamilton buoni rapporti con il notabile del Labour G. Robertson e con M. Forsyth ex deputato.
G. Robertson uomo vicino a Blair divenne in seguito segretario generale della NATO. In sostanza Hamilton (è questo uno dei motivi che sicuramente si vuole mantenere il segreto di stato) sicuramente faceva parte di una rete che procurava bambini per le maialate delle maialate delle èlites inglesi 6°.

Notizie inquietanti

Tra l’Umbria e la Toscana potrebbe esserci la chiave della rete dei pedofili, in questa zona c’è una discussa congrega, l’Ordine della Rosa e della Croce d’Oro, una setta magica esoterica. Su questa setta sono state eseguite delle indagini da parte di Michele Giuttari l’investigatore che indaga sui delitti del “mostro di Firenze” 7°.
In questa vicenda del “mostro di Firenze” entrano i servizi segreti. Il SISDE, già dal terzo delitto aveva preparato un dossier che ipotizzava che non fosse un solo serial killer, ma i componenti di una setta satanica che agivano in gruppo. Ma questo dossier – porta la data del 1980 – non fu mai consegnato agli inquirenti di Firenze. Il dossier era firmato da Francesco Bruno, noto criminologo (e star televisivo), consulente del SISDE. In totale tre degli studi commissionati dal SISDE che si persero “misteriosamente” per strada e non arrivarono mai sulle scrivanie dei magistrati fiorentini. Guarda caso, i dossier “scomparsi” erano quelli che ricostruivano la pista dei mandanti plurimi. Qualche anno dopo Francesco bruno, intervistato, sosterrà che ha suo parere che il serial killer è un mostro isolato 8°. E poi ci sono le morti sospette delle persone coinvolte in questa storia. Da quella del medico perugino Narducci 9°, il questore di Perugia Francesco Trio, a quella di Pacciani, mentre Milva Malatesta (una donna implicata nelle indagini sul “mostro”) e suo figlio furono trovati carbonizzati in auto, una fine simile a quella che volevano fare al perito dell’inchiesta Moby Prince. In molte di queste morti collegate alla faccenda del “mostro di Firenze”, è stata usata la tecnica dei “suicidi” in ginocchio. Una tecnica simile a quella dei morti “suicidi” è stata usata per molte persone implicate nell’inchiesta per la strage di Ustica e nelle altre stragi che hanno insanguinato l’Italia. Questo utilizzo delle stesse tecniche, fa ipotizzare una firma unica: quella dei servizi segreti.
Questo intrecci tra reti di pedofili, sette esoteriche, massoneria e servizi segreti 10° fanno emergere il lato osceno del potere. La pedofilia (come d’altronde la pornografia) è funzionale al sistema capitalistico poiché i corpi dei bambini diventano merci da consumare e abusare. In sostanza la battaglia contro la pedofilia è parte di un sistema che riduce tutto a merce, sesso e corpi compresi.
SOCIALISMO O BARBARIE E’ QUANTO MAI DÌ ATTUALITA’

NOTE

1° Nella Gazzetta del Sud del 23.11.1996 si scrive che in questi video “si vedrebbero bambine violentate fino a essere uccise”.
2° Link http://www.disinformazione.it/pedofilia.htm
3° Anno V numero 15 della settimana che va da mercoledì 12 aprile a martedì 18 aprile 2000.
4° Dupuis in questo congresso denunciò l’esistenza di vere e proprie reti criminali, attraverso le quali il “consumo” dei bambini è promosso e organizzato con il sequestro e quindi l’eliminazione dei minori. Tutto questo associato a comportamenti in cui s’intrecciano sadismo, torture, deliri d’onnipotenza con la consapevolezza dell’impunità dovuta al fatto di avere complicità importanti. Queste reti coprono il Belgio, la Germania, la Gran Bretagna e l’Italia
5° Link http://sitoaurora.altervista.org/Cover/Blair.htm
6° Il segreto durerebbe 100 anni
7° Link http://paolofranceschetti.blogspot.com
Francesco Bruno durante lo scandalo dei fondi neri del SISDE, davanti alle accuse ai loro dirigenti da parte degli agenti del SISDE Malpica, Galati e Brocoletti, affermava a suo parere che i tre sarebbero affetti da una nuova malattia psichiatria: la “sindrome del canarino”. Affermava Bruno: “a differenza dei mafiosi gli agenti segreti che si sentono traditi dallo stato, improvvisamente si sentono abbandonati e perdono ogni riferimento con la realtà..questo complesso di onnipotenza, sindrome del canarino, portai soggetti in questione a partire all’attacco il più alto possibile, ritenendo di avere delle carte che giustificano queste affermazioni”.
Per occultamente di cadavere del Narducci, sviamento delle indagini e altri minori di Narducci, furono indagati il questore di Perugia Francesco Trio, il colonnello dei carabinieri Di Carlo, l’ispettore di PS Napoleoni, l’avvocato Fabio Dean e altri, tutti iscritti alla stessa loggia massonica e alcuni di loro collegati alla P2. Appartenevano alla P2 il questore Trio, mentre l’avvocato Fabio Dean è il figlio di uno dei legali di Gelli.
Ritengo che non si debbano più usare termini quali massoneria deviata o servizi deviati; mi fanno ridere, quando le deviazioni si ripetono ed emergono costantemente gli stessi soggetti, parlare di deviazione alla fine si tratta di depistaggio voluto.

Annunci

~ di marcos61 su settembre 8, 2009.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: