COINCIDENZE

COINCIDENZE

 

   Nell’articolo precedente avevo riportato la notizia di una misteriosa scomparsa di tre fiale contenenti campioni di un virus potenzialmente molto pericoloso (Encefalite equina del Venezuela) da un laboratorio militare del Maryland.

   L’encefalite equina del Venezuela è una malattia di origine virale che viene trasmessa dalla puntura di zanzare del genere Aedes e Culex.

   E’ diffusa nel nord e centro America (Panama, Messico, Florida), in Venezuela, Colombia, Brasile e Argentina.

   Coincidenza,  è di oggi la notizia dell’influenza suina, diffusa soprattutto in Messico (e in sottordine negli Stati Uniti)

   Il virus che ha diffuso questa influenza è un nuovo sottotipo dei ceppi influenzati. Quello che si è diffuso in Messico che ha provocato anche la morte, è un sottoceppo nuovo, perché ha una composizione diversa, che riesce a trasmettersi da persona a persona, come qualunque altra influenza. Al momento non si conosce ancora le modalità e la capacità di trasmissione. Certo è che in Messico sono morte persone giovani, tra i 20 e i 40 anni, un’anomalia poiché i virus influenzali colpiscono generalmente anziani e bambini.

   Certo può essere una coincidenza, ma si sa che si sa che ci sono ricerche sull’uso della genetica in campo militare.

   Nel 1997 un rapporto dello Stato Maggiore americano diceva: la minaccia o l’uso di armi chimiche o biologiche (CBW) è una condizione probabile di guerre future, fin dalle prime fasi del conflitto, allo scopo di disorganizzare le operazioni o la logistica delle forze armate Usa. (…). Per affrontare questa minaccia, e la possibilità che le armi biologiche siano usate in casi di scala minore (terrorismo), le forze Usa devono essere adeguatamente addestrate ed equipaggiate (…). Ciò esige che l’apparato militare americano (…) sia in grado di gestire le conseguenze delle CBW se sono usate dal nemico”. 

   Questa dottrina militare ha portato negli Usa a cosiddetti studi “difensivi” noti come “valutazione della minaccia”: in pratica la “minaccia” è prodotta nei laboratori militari e sperimentata e lanciata con vari mezzi (missili, aerei, proiettili) per valutare quanto possa essere dannosa.  Nella realtà tutto ciò serve a giustificare una corsa agli armamenti biologici, e negli Usa dopo l’11 settembre il segreto è diventato più impenetrabile.

   Ci ricordiamo della SARS? Questo virus che aveva colpito la Cina e il Canada prevalentemente (e preoccupato il mondo intero) nell’intero nel 2002-03. La SARS è un Paramyxovirus del gruppo detto coronavirus per la sua forma. Il virus SARS appare come una piccolissima mina anti-nave. È sferico, con una membrana corazzata e ira di spine formate da una glicoproteina: è con queste spine che il virus si attacca ai recettori delle cellule dello sfortunato ospite.

   Due genetisti, Mae-Wan Ho e il professor Joe Cummins dell’Institute off Science in Society, un gruppo non-profit che cerca di sorvegliare questo campo pericoloso dicono: “L’ovvia risposta è che viene da una ricombinazione, la quale può prontamente prodursi quando due ceppi progenitori è noto in questo caso, dice Luis Enjuanes della Universisad Autonoma de Madrid, uno dei massimi esperti mondiali nella manipolazione genetica dei coronavirus[1]. La possibilità che due virus infettino la stessa cellula nello stesso momento, sì da creare un virus chimera, una fusione dei due patrimoni genetici, è possibile in natura. Ma può essere più facilmente essere un processo deliberatamente creato in laboratorio. a scopi di ingegneria genetica.

   Il già citato professor Enjuanes di Madrid deve la sua fama per trasformato il coronavirus della gastroenterite suina (TGVEV) in un cromosoma batterico artificiale e infettivo. Ciò a creato un virus nuovo e pericoloso, perché se quello suino si replica nel citoplasma delle cellule ospiti, quello di Enjuanes si replica nel nucleo, diventa parte del patrimonio genetico della vittima.

   Mae-Wan Ho e Joe Cummins hanno sospetto che l’ingegnerizzazione genetica abbia potuto contribuire accidentalmente a creare il virus SARS.

  Coincidenze, e sospetti da non trascurare.

Advertisements

~ di marcos61 su aprile 27, 2009.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: